Alla Calabria non serve un voto a rischio, ma una ripartenza da zero

Nino Foti, Presidente della Fondazione Magna Grecia: «Alla Calabria non serve un voto a rischio in piena crisi pandemica, ma una ripartenza da zero coinvolgendo le migliori risorse»


“La discussione che si sta sviluppando in merito alla data stabilita per lo svolgimento delle Elezioni Regionali in Calabria rischia di esporre i Calabresi all’ennesima umiliazione”. Questa la certezza di Nino Foti, Presidente della Fondazione Magna Grecia, che continua:

“In piena crisi pandemica, con una condizione che sta portando all’introduzione di nuove misure restrittive per le quali, oltretutto, moltissimi cittadini passeranno le prossime festività lontani dalla propria terra e dai propri affetti, con questa situazione sanitaria che ha già portato la Calabria ad una ribalta mediatica a tutti tristemente nota, come si può anche solo pensare di svolgere nuove elezioni fra poco meno di sessanta giorni? Come si può ipotizzare di esporre tutti ai rischi di una campagna elettorale che, stante queste previsioni, dovrebbe partire fra qualche settimana, coinvolgendo pericolosamente tantissime persone vista la tipologia di elezione che prevede la raccolta di preferenze?

È chiaro ed evidente che l’emergenza Covid-19 ha completamente travolto e stravolto tutto, motivo per il quale vanno delineate nuove prospettive. Ciò che valeva prima ora non vale più. È inutile pertanto, per di più in chiave politica, pensare di ragionare secondo canoni ed intese del passato, perché ogni ragionamento del genere ora è assolutamente fuori contesto e fuori da questa nuova realtà che si sta delineando.

Quello che servirebbe, invece, è una ripartenza da zero, che consenta di cogliere, in questo momento di difficoltà, l’opportunità per approfondire analisi, riflessioni e scelte, soprattutto per quanto riguarda i prossimi candidati alla Presidenza della Regione Calabria, per i quali sarebbe auspicabile il coinvolgimento delle migliori risorse possibili per qualità, competenza ed esperienza in modo da poter consentire un’autorevole interlocuzione con il Governo centrale.

Gli anni che verranno potrebbero rappresentare la chiave di volta per quello sviluppo e quella crescita in grado di cambiare realmente il futuro delle prossime generazioni. Come sappiamo, infatti, saranno investite moltissime risorse, ma se alla base non vi sarà una selezione efficace della prossima classe dirigente perderemo una grandissima occasione, probabilmente l’ultima. I fondi del Recovery Fund, gli interventi del Governo o i cospicui contributi della Programmazione Comunitaria, se non saranno gestiti dalle persone giuste al posto giusto saranno completamente inutili.

In questo contesto pertanto, piuttosto che alimentare discussioni sterili sull’utilità di un voto in piena pandemia, sarebbe opportuno avviare un confronto interno a tutte le forze politiche che abbia l’obiettivo, per il bene della Calabria, di individuare le soluzioni migliori in termini di idee, di progetti e di uomini.

Bisogna investire senza remore sul capitale umano, in termini di valorizzazione delle conoscenze, delle intelligenze e delle competenze; bisogna rimettere al centro dell’agenda politica interventi seri e programmazioni efficaci in materia di occupazione giovanile e femminile, che ci vedono ancora dopo decenni agli ultimi posti nelle graduatorie europee; bisogna puntare sul reinserimento nel mondo del lavoro di tutta quella fascia di persone che, anche a causa di questa pandemia, sono state espulse dal sistema; bisogna dare sostegno a quelle PMI che sono la struttura portante del nostro sistema economico e incentivare all’autoimprenditorialità. Non serve prevedere sussidi a pioggia, ma bisogna mettere ciascuno nelle condizioni di poter lavorare e costruire il proprio futuro.

Siamo in una fase storica” conclude Foti “estremamente difficile, nella quale decidere con una nuova consapevolezza è fondamentale: mettere in campo le giuste scelte porterà certamente ad punto di svolta, ripetere gli errori del passato segnerà inesorabilmente la strada verso un punto di non ritorno”.

SeF
SeFhttps://fondazionemagnagrecia.it/
SUDeFUTURI è molto più di un progetto: è il bisogno di trovare insieme i futuri del Sud Italia e dei Sud del mondo.

Gallery

video

gli eventi

SUDeFUTURI V chiude al Parco Archeologico di Paestum

L'intensa tre giorni si è conclusa parlando di Magna Grecia, patrimonio mondiale dell’umanità

Calcio, Foti con Gravina e Balata: «Urgente intervento per Mezzogiorno e giovani»

Gli interventi del presidente della fondazione Magna Grecia, del presidente della Figc e del numero uno della Lega di Serie B nel corso dell'appuntamento con la seconda sessione "I Giovani e lo Sport per costruire il Futuro del Mezzogiorno", moderata da Ivan Zazzaroni nell'ambito del meeting "Sud e Futuri: Mezzogiorno strategico"

Nino Foti: «Vogliamo far vincere il Sud dinamico e produttivo»

Il presidente della Fondazione Magna Grecia interviene in vista dell'evento del 10 e 11 luglio a Scilla "SUDeFUTURI: un Sud Green & Blue"

SUDeFUTURI, da Scilla l’appello di Robert Gallo: «Vaccinatevi, il nuovo ceppo Covid è molto pericoloso»

A SUDeFUTURI anche il presidente dei virologi italiani Caruso: "È importante capire che più il virus è libero di circolare più muta perché non incontra resistenza, è come un fiume che non è arginabile in alcun modo"

L’Alta Velocità tra bugie e verità: siamo ancora in tempo per correggere gli errori

Le riflessioni del docente di Ingegneria dei Sistemi di Mobilità Sostenibile dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria: perché l'approccio attuale rischia di essere controproducente

focus

La sintesi della giornata di approfondimento sulle mafie nel web

Tra i temi trattati, il vuoto normativo. Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia: bisogna perseguire le condotte illecite nel mondo del web come nel mondo reale

Afghanistan, il Premio letterario organizzato nell’ambasciata di Roma

L’ambasciatore della Repubblica islamica d’Afghanistan a Roma, Khaled Ahmad Zekriya su “Afghanistan ieri, oggi e soprattutto domani”

Il ponte ci può rendere player competitivi nel Mediterraneo

La rigenerazione urbana sostenibile nell’Area Metropolitana dello Stretto: le città, il ponte e i porti nel Mediterraneo che verrà

La Fondazione Magna Grecia a Scilla per un Sud “Green & Blue”

Il video servizio di Adnkronos su SUDeFUTURI 2023 con le interviste a Nino Foti, Paola Bottero e Alessandro Russo