Linea Verde Sentieri apre con Puglia e Calabria

Due milioni di telespettatori affascinati su Rai 1 dai percorsi da Otranto a Santa Maria di Leuca e nella Sila. Si prosegue sabato 8 luglio per scoprire il Pollino e la Riviera dei Cedri.


Con luglio è ripartita “Linea Verde Sentieri”, programma di Rai 1 che permette di vedere, comodamente seduti sul divano di casa, alcuni tra i più suggestivi luoghi del nostro Belpaese. L’alpinista Lino Zani, la fiorettista olimpionica Margherita Granbassi e Gian Luca Gasca, profondo conoscitore della montagna, accompagnano i telespettatori nei sentieri tracciati dal Club alpino italiano tra montagne, colline, mare e laghi. Una scoperta continua di paesaggi, storia e tradizioni uniti al turismo escursionistico.

Rivelare gli scorci ed i luoghi meno consociuti per esprimerne il fascino e le suggsgtioni: lo scopo della trasmissione è stato raggiunto completamente con le prime due puntate di sabato 1 luglio, dedicate alla Puglia, da Otranto a Santa Maria di Leuca, e alla Calabria, sulla Sila, dai percorsi escursionistici che costeggiano il Monte Botte Donato, fino alla falesia di Mendicino.

La Sila sconosciuta

Lino Zani e Margherita Granbassi insieme a Gian Luca Gasca hanno raggiunto il Parco Nazionale della Sila, partendo dalla riserva naturale dei “Giganti della Sila” e dai suoi pini larici secolari, per passare dal Centro visite Cupone fino al Monte Botte Donato, a metà strada tra i laghi Cecita e Arvo. E poi San Giovanni in Fiore, sulle tracce dell’Abate Gioacchino, fino a Camigliatello Silano, alla scoperta del museo dedicato all’emigrazione italiana.

A questa prima puntata di “Linea verde sentieri”, realizzata in collaborazione con Regione Calabria, Dipartimento Turismo e Fondazione Calabria Film Commission e con il Club Alpino Italiano, ne seguiranno altre dedicate alal Calabria: appuntamento a sabato 8 luglio per scoprire il Pollino e la Riviera dei Cedri.

Gallery

video

gli eventi

SUDeFUTURI III: il Mezzogiorno riparte da Scilla e dai fondi del PNRR

Il 9 settembre al Castello Ruffo la prima giornata del terzo international annual meeting della Fondazione Magna Grecia. I giornalisti Mieli e Padellaro hanno parlato della ripartenza nel post pandemia con la Vice capo del Dipartimento della Protezione Civile Postiglione e l’Ad Consap Sanasi D’Arpe

Alla fine ha vinto il Sud più bello

Una scommessa nata nel 2019, vinta prima a Mondello, poi a Roma, infine a Scilla: le impressioni a caldo dell'ultima edizione di SUDeFUTURI:

Il Premio Magna Grecia 2019 a Federico Faggin

Riconoscimento speciale alla carriera a Fulvio Lucisano

SUDeFUTURI III: l’Italia riparte dal Mezzogiorno

Cala il sipario sul terzo meeting internazionale della Fondazione Magna Grecia con un focus su risorse umane, giovani, south working e con un appassionante dibattito sullo stato di salute delle democrazie

Pilozzi (Fondazione Magna Grecia): “Per la ricerca servono modelli corretti e integrati”

La presentazione della ricerca “Arborum meridies – Gli alberi monumentali della Calabria” nella prima tavola rotonda del Focus di SUDeFUTURI 2023 moderata dal vice direttore del Tg2 Fabrizio Frullani

focus

La sintesi della giornata di approfondimento sulle mafie nel web

Tra i temi trattati, il vuoto normativo. Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia: bisogna perseguire le condotte illecite nel mondo del web come nel mondo reale

Afghanistan, il Premio letterario organizzato nell’ambasciata di Roma

L’ambasciatore della Repubblica islamica d’Afghanistan a Roma, Khaled Ahmad Zekriya su “Afghanistan ieri, oggi e soprattutto domani”

Il ponte ci può rendere player competitivi nel Mediterraneo

La rigenerazione urbana sostenibile nell’Area Metropolitana dello Stretto: le città, il ponte e i porti nel Mediterraneo che verrà

La Fondazione Magna Grecia a Scilla per un Sud “Green & Blue”

Il video servizio di Adnkronos su SUDeFUTURI 2023 con le interviste a Nino Foti, Paola Bottero e Alessandro Russo