Pendolaria: Legambiente denuncia il gap Nord-Sud del trasporto su ferro

Il trasporto su ferro in Italia è ancora molto indietro rispetto ad altri Paesi europei e nel Mezzogiorno la situazione è ancora più critica. Nella parte basse dello stivale circolano
meno treni, i convogli sono più vecchi e viaggiano su linee in larga parte a binario unico e non elettrificate. Queste e tante altre problematiche emergono dal report Pendolaria 2023 di Legambiente, con cui si denunciano le criticità del trasporto ferroviario nella penisola che riguardano soprattutto il Mezzogiorno.

Le linee a binario unico e i treni con frequenze definite irrispettose dei cittadini sono solo alcuni dei problemi che affliggono il trasporto su ferrovia nel nostro Paese. Le risorse economiche a disposizione non bastano a renderlo competitivo rispetto al trasporto privato su strada. A ciò si sommano i ritardi nella riattivazione di linee ferroviarie interrotte, sospese o abbandonate.

Impietoso, secondo il report, il confronto con i principali Paesi europei sui numeri delle linee metropolitane e tranviarie in ambito urbano e inadeguato il ritmo di inaugurazione di nuovi binari nelle città italiane, con un tasso di un chilometro e mezzo all’anno di nuove metropolitane. Nel 2018 sono stati inaugurati solo 0,6 km, nel 2019 e 2020 non è stato aperto nessun tratto di nuove linee, nel 2021 si è registrato un incremento a 1,7 km, mentre nel 2022 il dato sale a 5,3 km grazie all’apertura della prima tratta della M4 a Milano. Sulle nuove tranvie il dato medio degli ultimi cinque anni è da dimenticare, con soli 2,1 km all’anno. In Sicilia, giusto per citare un esempio, le corse dei treni regionali sono solo 506 al giorno, in Lombardia sono 2.173.

Alcune linee ferroviarie chiuse da anni a causa di smottamenti di terreno o incidenti, come la linea Palermo-Trapani, via Milo, la Caltagirone-Gela e la tratta Corato-Andria in Puglia.

Il rapporto ha stilato anche una classifica delle 10 linee peggiori d’Italia, con le Ex linee Circumvesuviane, la Roma-Lido e Roma Nord-Viterbo e la Catania-Caltagirone-Gela ai primi posti. Per quanto riguarda gli investimenti, quelli per le infrastrutture per il trasporto su ferro sono imparagonabili rispetto a quelli per il traporto su gomma. In base ai dati del Conto nazionale trasporti, dal 2010 al 2020 sono stati realizzati 310 km di autostrade – più migliaia di chilometri di strade nazionali – a fronte di soli 91 chilometri di metropolitane e 63 km di tranvie.

Gallery

video

gli eventi

SUDeFUTURI III: l’Italia riparte dal Mezzogiorno

Cala il sipario sul terzo meeting internazionale della Fondazione Magna Grecia con un focus su risorse umane, giovani, south working e con un appassionante dibattito sullo stato di salute delle democrazie

Al via “Sud e Futuri: Mezzogiorno strategico”, evento della Fondazione Magna Grecia

Tra i relatori il Ragioniere generale dello Stato Biagio Mazzotta, il presidente di Assaeroporti Carlo Borgomeo, l’Amministratrice delegata e Direttrice generale di RFI Vera Fiorani, il Presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto, il presidente della Figc Gabriele Gravina e il giornalista Ivan Zazzaroni

SUDeFUTURI III: cultura e mkt territoriale, serve un cambio di narrazione

Si è discusso di marketing territoriale, cultura, miti e cinema al Castello Ruffo di Scilla durante il dibattito della seconda giornata della terza edizione di SUDeFUTURI che quest’anno ha come titolo “(R)innoviamo il Mezzogiorno”. I giornalisti Paola Bottero e Alessandro Russo ne hanno discusso con i tanti ospiti che si sono alternati sul palco voluto da Fondazione Magna Grecia e con il prezioso contributo di Paolo Mieli

Foti: “Servono infrastrutture importanti per non perdere il capitale umano”

Il presidente della Fondazione Magna Grecia punta il dito sui collegamenti da e verso verso il Mezzogiorno e la Calabria nel corso dell'evento di Scilla per un Sud "Green & Blue"

Mollicone: «Divario culturale Nord-Sud lede i diritti costituzionali»

L'intervento del presidente della commissione Cultura e Istruzione della Camera dei Deputati alla Lanterna di Roma al meeting "Sud e futuri: Mezzogiorno strategico"

focus

La sintesi della giornata di approfondimento sulle mafie nel web

Tra i temi trattati, il vuoto normativo. Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia: bisogna perseguire le condotte illecite nel mondo del web come nel mondo reale

Afghanistan, il Premio letterario organizzato nell’ambasciata di Roma

L’ambasciatore della Repubblica islamica d’Afghanistan a Roma, Khaled Ahmad Zekriya su “Afghanistan ieri, oggi e soprattutto domani”

Il ponte ci può rendere player competitivi nel Mediterraneo

La rigenerazione urbana sostenibile nell’Area Metropolitana dello Stretto: le città, il ponte e i porti nel Mediterraneo che verrà

La Fondazione Magna Grecia a Scilla per un Sud “Green & Blue”

Il video servizio di Adnkronos su SUDeFUTURI 2023 con le interviste a Nino Foti, Paola Bottero e Alessandro Russo