Al Sud si iscrive all’Università meno di 1 neodiplomato su 2

Nel Mezzogiorno meno di un neodiplomato su due si iscrive all’Università. Nel 2019 sono stati il 47,5% del totale, quattro punti in meno rispetto alla media italiana (51,4%). In fondo alla classifica ci sono la Sicilia (46,6%) e la Campania (43%). Lo rilevano i dati Eurostat.

L’Italia è penultima nella classifica europea per numero di giovani laureati, con una quota del 28,3% a fronte della media UE del 41,2%. Solo la Romania fa peggio, con il 23,3% dei giovani con un titolo di studio terziario. I Paesi Ue più virtuosi sono Lussemburgo e Irlanda, con percentuali rispettivamente del 63 e del 62%.

Nel 2021 la percentuale di residenti tra 25 e 34 anni laureati o con altri titoli terziari è stata del 24,3% al Sud e al 20,6% nelle isole, a fronte di una media nazionale del 28,3%.

Le regioni con le percentuali più alte sono Emilia Romagna, Veneto e Umbria, dove la percentuale dei laureati è maggiore del 33%, mentre inferiori al 24% sono il numero dei laureati in Campania, Calabria, Sardegna e Sicilia – qui il dato è del 20,1%.

Il divario tra il Nord e il Sud del paese emerge soprattutto in relazione ai grandi centri abitati. In testa alla classifica troviamo Bologna (46,79%) e Milano (45,98%), seguite da Firenze, Roma, Torino e Genova, con percentuali tra il 30 e il 40%. Fanno peggio le grandi città del Sud, come Bari (28,7%), Palermo (23,73%), Napoli (22,52%) e Catania (22,01%).

Gallery

video

gli eventi

costruiamo insieme la ripartenza

#UNLOCK_IT, il live streaming di SUDeFUTURI II, il 9/10/11 dicembre

A Robert Gallo il Premio internazionale Magna Grecia

“Quando abbiamo avuto con il dottor Gallo la prima telefonata - ha raccontato Nino Foti, presidente della Fondazione Magna Grecia - abbiamo parlato del Sud Italia e abbiamo scoperto che lui è figlio della Magna Grecia"

GLI USA DELL’ERA BIDEN

Il Giudice federale Arthur J. Gajarsa, molto vicino alla neo eletta amministrazione americana, intervistato da Alessandro Russo

Scilla, Gratteri a SUDeFUTURI: «Non si risolve il problema dei candidati con la patente antimafia»

L'evento della Fondazione Magna Grecia parte alla grande da Piazza San Rocco: oltre al Procuratore di Catanzaro sul palco Antonio Nicaso, Paola Bottero, Alessandro Russo, Nino Foti, Pasqualino Ciccone, Annalisa Insardà e Fabio Macagnino trio

SeF II, la rassegna a Roma nel Palazzo dell’Informazione

10 webinar, oltre 40 relatori: la seconda edizione di SUDeFUTURI si colloca tra un lockdown e l’altro, con l’urgenza di una ripartenza forte, strategica, sicura. #UNLOCK_IT, appunto. COSTRUIAMO INSIEME LA #RIPARTENZA dal Palazzo dell’Informazione di Adnkronos 9/10/11 Dicembre 2020

focus

La sintesi della giornata di approfondimento sulle mafie nel web

Tra i temi trattati, il vuoto normativo. Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia: bisogna perseguire le condotte illecite nel mondo del web come nel mondo reale

Afghanistan, il Premio letterario organizzato nell’ambasciata di Roma

L’ambasciatore della Repubblica islamica d’Afghanistan a Roma, Khaled Ahmad Zekriya su “Afghanistan ieri, oggi e soprattutto domani”

Il ponte ci può rendere player competitivi nel Mediterraneo

La rigenerazione urbana sostenibile nell’Area Metropolitana dello Stretto: le città, il ponte e i porti nel Mediterraneo che verrà

La Fondazione Magna Grecia a Scilla per un Sud “Green & Blue”

Il video servizio di Adnkronos su SUDeFUTURI 2023 con le interviste a Nino Foti, Paola Bottero e Alessandro Russo