Emergenza climatica 2022: il bilancio Legambiente

2022, annus horibilis per il clima. Secondo i dati dell’Osservatorio Città Clima di Legambiente, in collaborazione con il gruppo Unipol, sono stati registrati 310 fenomeni meteo-idrogeologici in Italia, un aumento del 55% rispetto al 2021. La Lombardia la regione con il maggior numero di eventi che hanno provocato danni (37). Seguono il Lazio e la Sicilia con 33 e 31. Tra le altre regioni più colpite, Toscana, 25, Campania, 23, Emilia-Romagna, 22, Piemonte, 20,Veneto, 19, Puglia, 18.

Rispetto all’anno precedente, sono aumentati i danni causati dalla siccità,(+367%), quelli causati dalle grandinate (+107%), i danni dalle trombe d’aria e raffiche di vento(+76%), e gli allagamenti e le alluvioni, (+19%). 14 eventi che hanno interessato le infrastrutture, 13 esondazioni fluviali, 11 frane causate da piogge intense, 8 casi di temperature estreme in città e 4 eventi con impatti sul patrimonio storico.

i danni al Sud

Ad agosto, a Scilla (RC), il litorale è stato invaso da un’imponente massa d’acqua, che ha invaso le strade. Tra fine settembre e inizio ottobre, Trapani è stata colpita tre volte da violenti temporali che hanno causato inondazioni. Il 26 novembre, a Casamicciola Terme (NA), le intense piogge hanno provocato una frana ed un’alluvione con 12 vittime registrate. Il 3 dicembre, diversi danni sono stati provocati da piogge intense e frane nella provincia di Messina.

Ciafini (Legambiente) : “Prevenzione farebbe risparmiare il 75% delle risorse”

Secondo Legambiente, i dati del bilancio dell’Osservatorio CittàClima indicano ancora una volta l’urgenza per l’Italia di un deciso cambio di passo nella lotta alla crisi climatica attraverso politiche climatiche più ambiziose e interventi concreti non più rimandabili.

Il presidente nazionale di Legambiente, Stefano Ciafani, ha dichiarato che “il nostro Paese è ancora in grave ritardo nella lotta alla crisi climatica, rincorre le emergenze senza una strategia di prevenzione, che farebbe risparmiare il 75% delle risorse spese per riparare i danni”. L’associazione ambientalista chiede, tra le azioni urgenti da mettere in campo, l’approvazione in tempi rapidi del Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici aggiornato e pubblicato sul sito del Mase, nonché l’aggiornamento del Piano Nazionale Integrato Energia e Clima agli obiettivi europei di riduzione dei gas climalteranti del REPowerEU, dimenticato dal governo Draghi.

Gallery

video

gli eventi

I Sud in cerca di futuri si riuniscono a Palermo

PRESENTATO IL MEETING INTERNAZIONALE ORGANIZZATO DALLA FONDAZIONE MAGNA GRECIA comunicato stampa del 1 ottobre 2019 È stata presentata stamattina a Palermo a Palazzo Branciforte “SUD e...

Palermo, SeF I: si parte con il futuro

Palermo, SeF I: la prima edizione di SUDeFUTURI è iniziata nel miglior dei modi, a Mondello. Venerdì 4 ottobre era tutto pronto già dal...

SUDeFUTURI III: cultura e mkt territoriale, serve un cambio di narrazione

Si è discusso di marketing territoriale, cultura, miti e cinema al Castello Ruffo di Scilla durante il dibattito della seconda giornata della terza edizione di SUDeFUTURI che quest’anno ha come titolo “(R)innoviamo il Mezzogiorno”. I giornalisti Paola Bottero e Alessandro Russo ne hanno discusso con i tanti ospiti che si sono alternati sul palco voluto da Fondazione Magna Grecia e con il prezioso contributo di Paolo Mieli

Ponte sullo Stretto e innovazione volano del Mezzogiorno?

Ponte sullo Stretto e innovazione tecnologica sono stati i temi principali della seconda parte del dibattito animato dai giornalisti Paola Bottero e Alessandro Russo nel corso della prima giornata della terza edizione di SUDeFUTURI, progetto della Fondazione Magna Grecia, che si è svolta giovedì 9 settembre al Castello Ruffo di Scilla

SeF III: la voglia di lavorare insieme verso un orizzonte condiviso

Condivisione, confronto e contaminazione hanno caratterizzato la terza edizione di SUDeFUTURI, l'evento di Fondazione Magna Grecia. Al centro del progetto il patrimonio più importante: le persone

focus

Afghanistan, il Premio letterario organizzato nell’ambasciata di Roma

L’ambasciatore della Repubblica islamica d’Afghanistan a Roma, Khaled Ahmad Zekriya su “Afghanistan ieri, oggi e soprattutto domani”

Il ponte ci può rendere player competitivi nel Mediterraneo

La rigenerazione urbana sostenibile nell’Area Metropolitana dello Stretto: le città, il ponte e i porti nel Mediterraneo che verrà

La Fondazione Magna Grecia a Scilla per un Sud “Green & Blue”

Il video servizio di Adnkronos su SUDeFUTURI 2023 con le interviste a Nino Foti, Paola Bottero e Alessandro Russo

L’ora del Mediterraneo del Sud

Il divario tra il Mezzogiorno e il resto d’Italia cresce paradossalmente mentre energia, commerci e cultura si spostano tutti verso Sud. Come capitalizzare un ruolo strategico? Tre idee