Formazione, Sud: a Modica nuovo hub universitario per attrarre talenti

Modica, una città situata nella parte sud-est della Sicilia, è famosa per il cioccolato, il Barocco e le puntate del celebre Commissario Montalbano. Ma ora la città ha aggiunto un’altra attrattiva al suo elenco: la formazione universitaria di alto livello. Questo grazie all‘Hub universitario di Icotea, un istituto di formazione accreditato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), che ha inaugurato la sua quarta sede a Modica.

La nuova sede di Icotea è un campus innovativo di ben 7.000 metri quadrati che offre lauree, master, corsi di specializzazione e certificazioni linguistiche, proponendosi come punto di riferimento per l’istruzione in tutto il bacino del Mediterraneo. Un totale di 346 corsi e 59 aree tematiche che contano 61 accreditamenti ministeriali, il numero più elevato per un istituto di formazione. Ma non è solo un centro accademico: offre anche attività sportive e culturali. Alle 22 aule ed i cinque laboratori si aggiungono due palestre, una al chiuso e una all’aperto, due teatri e diverse aree espositive. Inoltre, la struttura dispone delle più moderne tecnologie multimediali e informatiche, integrate in modo armonico in un parco naturale di circa 15.000 metri quadrati.

Un’importante missione di Icotea è la sostenibilità ambientale, e il campus è stato progettato con l’obiettivo di tenere basse le emissioni di CO2. L’integrazione tra tecnologia e natura è un aspetto distintivo del campus, che risponde alla missione di Icotea di creare un’esperienza di studio unica e completa, che va oltre la formazione accademica tradizionale.

Ma il vero obiettivo di Icotea è l’internazionalizzazione della Sicilia. La realtà formativa vuole infatti attrarre studenti provenienti da ogni parte del mondo a Modica, permettendogli di vivere un’esperienza di formazione di alto livello in un contesto ricco di arte, storia e cultura.

Gallery

video

gli eventi

A SUDeFUTURI V i Ministri Fitto e Sangiuliano

Il vice presidente FMG al Ministro della Cultura: bisogna dichiarare la Magna Grecia Patrimonio dell’Unesco

GLI USA DELL’ERA BIDEN

Il Giudice federale Arthur J. Gajarsa, molto vicino alla neo eletta amministrazione americana, intervistato da Alessandro Russo

SPUNTI PER LA RIPARTENZA

La Fondazione Magna Grecia tira le somme di tre giorni di lavori con Nino Foti, Paolo Mieli, Ivano Spallanzani, Antonino Gullo, Saverio Romano, Paola Bottero e Alessandro Russo

Calcio, Foti con Gravina e Balata: «Urgente intervento per Mezzogiorno e giovani»

Gli interventi del presidente della fondazione Magna Grecia, del presidente della Figc e del numero uno della Lega di Serie B nel corso dell'appuntamento con la seconda sessione "I Giovani e lo Sport per costruire il Futuro del Mezzogiorno", moderata da Ivan Zazzaroni nell'ambito del meeting "Sud e Futuri: Mezzogiorno strategico"

focus

La sintesi della giornata di approfondimento sulle mafie nel web

Tra i temi trattati, il vuoto normativo. Francesco Paolo Sisto, Viceministro della Giustizia: bisogna perseguire le condotte illecite nel mondo del web come nel mondo reale

Afghanistan, il Premio letterario organizzato nell’ambasciata di Roma

L’ambasciatore della Repubblica islamica d’Afghanistan a Roma, Khaled Ahmad Zekriya su “Afghanistan ieri, oggi e soprattutto domani”

Il ponte ci può rendere player competitivi nel Mediterraneo

La rigenerazione urbana sostenibile nell’Area Metropolitana dello Stretto: le città, il ponte e i porti nel Mediterraneo che verrà

La Fondazione Magna Grecia a Scilla per un Sud “Green & Blue”

Il video servizio di Adnkronos su SUDeFUTURI 2023 con le interviste a Nino Foti, Paola Bottero e Alessandro Russo