Sud, povertà energetica: l’11,2% non è in regola con le fatture

Quasi 2 italiani su 3 ammettono di non essere in regola con le fatture per la prima volta. A comunicarlo è il rapporto degli istituti mUp Research e Norstat, realizzato per conto di Facile.it, che ha fotografato la situazione di emergenza in cui si trovano molte famiglie. Secondo il rapporto, sono 4,7 milioni di italiani che hanno saltato il pagamento di una o più bollette di luce e gas negli ultimi 9 mesi. Mentre altri 3,3 milioni dichiarano di trovarsi nell’impossibilità di pagare in caso di ulteriori aumenti.

Ma tornando al dato iniziale, risulta preoccupante che a livello nazionale la percentuale di chi ha dichiarato di non aver pagato una o più bollette negli ultimi 9 mesi arriva al 10,7%. Il fenomeno appare essere più diffuso nelle regioni del Centro Italia (11,5%) e al Sud e nelle Isole (11,2%). In prospettiva dei prossimi aumenti, le aree più a rischio sono quelle del Meridione, dove si attesta una percentuale pari al 9,4%, a fronte di una media nazionale del 7,7%.

Il report di Facile.it fa luce sulla situazione estremamente grave che stanno vivendo gli italiani e che rischia di precipitare nei prossimi mesi. Dovrà essere una delle priorità principali del nuovo governo cercare di appianare la situazione del rincaro dei costi.

Come dichiarato da Carlo Bonomi, presidente di Confindustria:

“L’urgenza è il tema del caro bollette, per sostenere famiglie e imprese. Nel 2018 si pagavano 8 miliardi di euro, oggi 110 miliardi. Quello che auspico è una spending review per recuperare il 4-5% della spesa pubblica. Così avremmo risorse per affrontare l’emergenza”.

Gallery

video

gli eventi

A Robert Gallo il Premio internazionale Magna Grecia

“Quando abbiamo avuto con il dottor Gallo la prima telefonata - ha raccontato Nino Foti, presidente della Fondazione Magna Grecia - abbiamo parlato del Sud Italia e abbiamo scoperto che lui è figlio della Magna Grecia"

A SUDeFUTURI V i Ministri Fitto e Sangiuliano

Il vice presidente FMG al Ministro della Cultura: bisogna dichiarare la Magna Grecia Patrimonio dell’Unesco

Castellabate, il Procuratore Gratteri e il padre del microchip Faggin aprono SUDeFUTURI

Da giovedì 28 a sabato 30 settembre importanti all'evento di Fondazione Magna Grecia a Villa Matarazzo e al Parco Archeologico di Paestum

L’Alta Velocità tra bugie e verità: siamo ancora in tempo per correggere gli errori

Le riflessioni del docente di Ingegneria dei Sistemi di Mobilità Sostenibile dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria: perché l'approccio attuale rischia di essere controproducente

SUDeFUTURI V chiude al Parco Archeologico di Paestum

L'intensa tre giorni si è conclusa parlando di Magna Grecia, patrimonio mondiale dell’umanità

focus

Afghanistan, il Premio letterario organizzato nell’ambasciata di Roma

L’ambasciatore della Repubblica islamica d’Afghanistan a Roma, Khaled Ahmad Zekriya su “Afghanistan ieri, oggi e soprattutto domani”

Il ponte ci può rendere player competitivi nel Mediterraneo

La rigenerazione urbana sostenibile nell’Area Metropolitana dello Stretto: le città, il ponte e i porti nel Mediterraneo che verrà

La Fondazione Magna Grecia a Scilla per un Sud “Green & Blue”

Il video servizio di Adnkronos su SUDeFUTURI 2023 con le interviste a Nino Foti, Paola Bottero e Alessandro Russo

L’ora del Mediterraneo del Sud

Il divario tra il Mezzogiorno e il resto d’Italia cresce paradossalmente mentre energia, commerci e cultura si spostano tutti verso Sud. Come capitalizzare un ruolo strategico? Tre idee